lunedì 26 luglio 2010

LETTERA PER RISARCIMENTO DANNI CONTRO GRANDI MAGAZZINI

Spett.li
Grandi Magazzini SpA
Via Poseidone, 132

PANICUOCOLO





Il giorno __________, alle ore 10,30 circa, nei locali del Vs. Supermercato sito in ____________alla Via _________ n. 132, la Sig.ra Angiolina, mentre effettuava acquisti nella corsia dei detersivi, scivolava e cadeva al suolo a causa di una macchia di detersivo liquido trasparente presente sul pavimento.


Immediatamente soccorsa da alcuni clienti, la Sig.ra Angiolina veniva invitata da un Vs. dipendente ad accomodarsi su un carrello mobile.

Appena seduta sul carrello, questo iniziava a muoversi verso la cassa, contro lo spigolo della quale la malcapitata cliente andava a battere la testa riportando ulteriori lesioni.

In seguito ed a causa delle cadute, la Sig.ra Angiolina riportava lesioni refertate dai sanitari dell'Azienda Ospedaliera __________________.

Poiché la responsabilità dell'evento è imputabile esclusivamente a Vs. colpa o negligenza, in nome e per conto della Sig.ra Angiolina, che mi ha conferito incarico, ai sensi e per gli effetti delle leggi vigenti in materia, chiedo formalmente il risarcimento dei danni subiti dalla mia cliente nell'incidente di cui sopra.

Vi invito, pertanto, a comunicarmi il nome della Compagnia Assicuratrice che, al momento del sinistro, copriva il Vs. supermercato per la RC, con avvertenza che, in mancanza, sarò costretto ad adire le vie legali, con aggravio di spese a Vs. carico esclusivo.

Distinti saluti

Avv. Gennaro De Natale


domenica 11 luglio 2010

SCRITTURA PRIVATA DI TRANSAZIONE

SCRITTURA PRIVATA DI TRANSAZIONE

Con la presente scrittura privata , da valere a tutti gli effetti e conseguenze di legge, tra

1) Il Condominio Alfa, in persona dell'amm.re pt;
2) La Ditta Beta, in persona del legale rapp.te pt;
3) L'avv. Tizio;
4) L'avv. Caio;

premesso

- Che con ricorso del 2/10/2002 la ditta Beta chiedeva al Giudice di Pace di Salerno l'emissione di D.I. in danno del Condominio Alfa onde ottenere il pagamento del corrispettivo dei lavori di straordinaria manutenzione deliberati dall'assemblea condominiale del 14/06/2002;

- Che il Giudice di Pace di Salerno, con D.I. n. 1234/02, ingiungeva al Condominio di Alfa di pagare la somma di €. 1.816,53 oltre le competenze della procedura, che liquidava in €. 294,40 oltre IVA e CAP;

- Che, avverso il monitorio, il Condominio Alfa proponeva opposizione;

- Che, successivamente, con delibera assembleare del 5/5/2004, il Condominio Alfa accettava di addivenire ad una conciliazione della vertenza; tanto premesso,

si stipula e conviene quanto segue:

1) Il Condominio Alfa, in persona dell'amm.re pt, versa alla ditta Beta, in persona del legale rapp.te pt, la somma di € 1.100,00.

2) Il legale rapp.te della ditta Beta, nel ricevere la somma innanzi indicata, dichiara di non aver null'altro a pretendere dal Condominio Alfa per la causale oggetto del predetto decreto ingiuntivo n. 1234/02 del Giudice di Pace di Salerno, oltre la somma di € 1.100,00 convenuta ed accettata sub 1).

3) Il legale rapp.te della ditta Beta si obbliga a rinunciare a porre in esecuzione il DI n. 1234/02 del Giudice di Pace di Salerno.

4) Il Condominio Alfa, in persona dell'amm.re pt, versa all'avv. Caio la somma di € 1.003,92, così determinata: € 980,39 per diritti ed onorari della fase monitoria e di merito; € 19,61 per CNAP; € 200,00 per IVA. Resta inteso che l'amm.re del Condominio Alfa provvederà, nei termini di legge, anche al pagamento della ritenuta d'acconto all'avv. Caio, pari ad € 196,08.

5) L'avv. Caio, nel ricevere le somme convenute ed accettate sub 4) dichiara di non aver null'altro a pretendere dal Condominio Alfa per nessuna causale relativa al DI n. 1234/02 del Giudice di Pace di Salerno ed al relativo giudizio di opposizione.

6) Il Condominio Alfa, in persona dell'amm.re pt, versa all'avv. Tizio la somma di € 501,96, per diritti ed onorari della fase di merito, IVA e CNAP inclusi. Resta inteso che l'amm.re del Condominio Alfa provvederà, nei termini di legge, anche al pagamento della ritenuta d'acconto all'avv. Tizio, pari ad € 98,04.

7) L'avv. Tizio, nel ricevere le somme convenute ed accettate sub 6) dichiara di non aver null'altro a pretendere dal Condominio Alfa per nessuna causale relativa al DI n. 1234/02 del Giudice di Pace di Salerno ed al relativo giudizio di opposizione.

8) Le parti costituite, con la sottoscrizione della presente scrittura, dichiarano di aver transatto, in via definitiva, ogni loro reciproca pretesa in relazione alla vertenza concernente il DI n. 1234/02 del Giudice di Pace di Salerno e relativo giudizio di opposizione.

Salerno,

CITAZIONE RISARCIMENTO DANNI AUTOLAVAGGIO

GIUDICE DI PACE DI SALERNO

Atto di citazione

IL Sig. Pinco Pallo, rapp.to e difeso dall’avv. Gennaro De Natale, presso il cui studio elett.te domicilia in virtù di procura a margine del presente atto,

p r e m e s s o

- Che l’istante è proprietario dell’auto Volkswagen Golf tg XXXXXX;

- A) Che in data 05/01/2010 l’istante lasciava la propria autovettura in deposito presso l’Autolavaggio Alfa, sito in Salerno alla via Romolo, con sede legale in Salerno alla via Remo, per effettuare il lavaggio della stessa;

- B) Che, al ritiro dell’autovettura, il Sig. Pinco constatava l’esistenza di corrosioni ed abrasioni su pneumatici, cerchi in lega, tappi, copribulloni e borchie, dovute all’utilizzo di materiali detergenti non idonei a tale uso;

- Che la responsabilità dell’accaduto è da ascriversi esclusivamente al personale dell’autolavaggio;

- Che, a seguito della condotta del personale dell’autolavaggio, l’auto dell’istante ha riportato danni pari ad euro 1.072,40, come da allegato preventivo;

- Che a nulla sono valsi i tentativi di bonario componimento della vertenza; tanto premesso, l’istante, come in atti rapp.to, difeso e dom.to,

c i t a

il Sig. Sempronio, nella qualità di titolare della omonima ditta individuale, con sede in Salerno alla Remo, a comparire dinanzi al Giudice di Pace di Salerno, all’udienza del giorno _____________, locali soliti, ore di rito col prosieguo, per sentir così provvedere:

1) Dichiarare la responsabilità del convenuto per i fatti descritti in narrativa, e per l’effetto,
2) Condannare il convenuto al pagamento della somma di euro 1.032,00;

3) Condannare il convenuto al pagamento delle spese, diritti ed onorari del presente giudizio, con attribuzione al sottoscritto procuratore anticipante.

Ai sensi e per gli effetti di cui alla L. 488/99 e succ. mod., l’istante dichiara espressamente di contenere la domanda entro il limite complessivo di euro 1.032,00.

In via istruttoria, si chiede ammettersi prova per testi sui capi A) e B) che qui si abbiano per ripetuti e trascritti, preceduto dalle parole “Vero che”, con riserva di indicare i testi alla udienza ex art. 320 cpc.

Si allegano documenti di cui al foliario.

Riserve e salvezze illimitate.

Salerno,

Avv. Gennaro De Natale

RELAZIONE DI NOTIFICA
Salerno,
Ad istanza come in atto:
Io sottoscritto Ufficiale Giudiziario, addetto all'Ufficio Notifiche della Corte d'Appello di Salerno, ho notificato e dato copia dell'atto che precede a:

Sempronio, nella qualità di titolare della omonima ditta individuale, con sede in Salerno alla Via Remo

sabato 3 luglio 2010

RICORSO PER ACCERTAMENTO TECNICO PREVENTIVO

TRIBUNALE CIVILE DI SALERNO

Ricorso per accertamento tecnico preventivo

Il Sig. Tullio Ostilio, nato a Salerno il 10/02/1921, cf TLL STL 21B10 H703M, rapp.to e difeso dall’avv. Tal De Tali, presso il cui studio elett.te domicilia in virtù di procura a margine del presente atto, espone quanto segue.

Il ricorrente è proprietario di un locale seminterrato sito nello stabile condominiale di via S. Procopio Martire, in Panicuocolo.

Nel suddetto locale, in cui confluiscono le tubazioni di scarico delle acque del fabbricato, si verificano da molto tempo infiltrazioni di acque luride e maleodoranti. La lamentata situazione, che ha determinato un notevole stato di degrado del locale, come risulta dalla documentazione allegata, crea notevoli disagi al ricorrente.

I ripetuti inviti bonari non hanno sortito nessun effetto, pertanto l’istante ha intenzione di iniziare un giudizio nei confronti del Condominio di via via S. Procopio Martire, in persona dell’amministratore pt, per sentirlo condannare al risarcimento dei danni provocati dalle suddette infiltrazioni, complessivamente valutabili in euro 21.000,00 (ventunomila/00), come risulta dalla allegata relazione tecnica dell’Ing. Lina Luna.

Poiché nelle more per l’instaurazione del giudizio il ricorrente intende, anche per motivi igienici, provvedere ai necessari interventi di ripristino dello stato dei luoghi,

c h i e d e

che l’Ill.mo Sig. Presidente del Tribunale di Salerno, ai sensi dell’art. 696 cpc, ritenuta l’urgenza,

d i s p o n g a

accertamento tecnico preventivo nel locale seminterrato di proprietà degli istanti, adibito a garage, sito nello stabile condominiale di via S. Procopio Martire, nominando persona esperta al fine di :

1) accertare la presenza e la consistenza delle lamentate infiltrazioni;

2) procedere alle necessarie e conseguenti valutazioni in ordine alle cause, alle responsabilità e ai danni relativi all’oggetto della verifica.

Si depositano i seguenti documenti:
1) Racc.ta n. 12898874926-8 del 15/12/2015;
2) Racc.ta n. 12900920934-7 del 10/11/2015;
3) Racc.ta n. 13005896543-1 del 22/03/2015;
4) Perizia giurata dell’Ing. Lina Luna del 15/2/2106;
5) Valutazione dei danni effettuata dall’Ing. Lina Luna nel mese di luglio 2020.

Salerno, 24 Luglio 2020

Avv. Tal De Tali
Si è verificato un errore nel gadget