martedì 30 agosto 2011

SOLLECITI DI PAGAMENTO INDEBITI

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha comminato, alla Ina – Assitalia Ass.ni, una sanzione amministrativa pecuniaria di 150.000 euro, in quanto quest’ultima, tramite alcune agenzie, ha inviato solleciti di pagamento indebiti (perché relativi a polizze scadute o disdettate) ai propri clienti.



L’operato degli agenti, in esecuzione dei compiti loro demandati in forza del contratto di agenzia, e implicitamente avallato dal comportamento omissivo tenuto dalla società mandante, in relazione ai propri obblighi di sorveglianza sull’operato della propria rete di agenzie, risultava in contrasto con il requisito della diligenza professionale.



L’Autorità Garante ha ritenuto tale condotta idonea a falsare in misura apprezzabile il comportamento dei consumatori, in quanto la ricezione di solleciti di pagamento, formulati in termini perentori, può indurre i destinatari - tratti in errore in ordine alla sussistenza del vincolo contrattuale e intimoriti dalla minaccia di azioni legali - ad effettuare versamenti non dovuti.



Alla luce di tali considerazioni, l’Autorità ha vietato l’ulteriore diffusione della pratica commerciale, in quanto la stessa presenta il medesimo profilo di scorrettezza già accertato, risultando in contrasto con il requisito della diligenza professionale e suscettibile di pregiudicare il comportamento economico dei consumatori che ne siano raggiunti: tali solleciti di pagamento, infatti, sono privi dell’invito al cliente a considerare nulla la richiesta qualora avesse provveduto ad inoltrare regolare e tempestiva disdetta della polizza.



A sua discolpa, l’Ina-Assitalia ha affermato che tale condotta sarebbe riconducibile al problematico subentro di nuovi soggetti nel mandato agenziale: tuttavia, il Garante ha rilevato che la situazione determinatasi in occasione del subentro nel mandato agenziale era ben nota ad INA Assitalia, che avrebbe dovuto indirizzare ai propri agenti precise ed efficaci istruzioni - accertandone eventualmente anche il rispetto - circa il comportamento da tenere nei riguardi della clientela.


Provvedimento n. 22666/2011 AGCM

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget