lunedì 22 aprile 2013

RICORSO PER OTTEMPERANZA PER LEGGE PINTO


TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE PER LA CAMPANIA
SEZIONE DI NAPOLI

RICORSO PER OTTEMPERANZA A GIUDICATO
ai sensi degli artt. 112 e segg. D. Lgs. 2.7.2010 n. 104

della Sig.ra *****************, nata a Napoli il ********* ed ivi residente al _______________________, C.F. AAAAAAAAAAAAA, rappresentata e difesa, in virtù di mandato a margine del presente atto, dall’avv. Gennaro De Natale e Massimiliano De Leo, elettivamente domiciliato presso il suo studio in  Salerno alla Via Ogliara n. 36, che dichiara  di  voler  ricevere  le  comunicazioni  e  notificazioni  del procedimento al n. di fax 089/282192 o all’indirizzo di posta certificata avvgennarodenatale@pec.ordineforense.salerno.it,

CONTRO

Il Ministero della Giustizia, rappresentato e difeso dall’Avvocatura dello Stato di Napoli – Via Diaz, 11 - Napoli                                     

PER L’ESECUZIONE DEL GIUDICATO
formatosi sul decreto decisorio N.  ***/** della Corte di Appello di Napoli, III Sezione Civile, reso il **********, depositato il ************, munito di formula esecutiva il 16/12/2010, regolarmente notificato il 22/04/2011, recante condanna del Ministero della Giustizia al pagamento in favore della Sig.ra ************* della somma di € 4.746,00.
PREMESSO
- Che con il decreto decisorio indicato in epigrafe la Sig.ra *******************, rappresentata e difesa dall’avv. Gennaro De Natale, otteneva dalla Corte di Appello di Napoli il riconoscimento ex lege 89 del 2001, di un indennizzo per l’eccessiva durata di un processo penale che la vedeva imputata innanzi al Tribunale di Salerno dall’anno 1997;
- Che, con il suddetto decreto, il Ministero della Giustizia veniva condannato al pagamento, nei confronti della Sig.ra ***********, di un equo indennizzo per la eccessiva durata del processo quantificato in complessivi € 4.746,00;
- Che il predetto decreto N. ******* è passato in giudicato non essendo stata proposta impugnazione avverso la decisione della Corte di Appello di Napoli;
- Che risulta decorso infruttuosamente il termine dilatorio di 120 giorni dalla notifica del titolo esecutivo, previsto per le esecuzioni forzate nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni dall’art. 14 del D. L. n. 669/1996, convertito con modificazioni nella legge n. 30/1997 e succ. mod.;
- Che, con perdurante inerzia, il Ministero, a tutt’oggi, non ha provveduto ad eseguire il decreto di cui sopra;
- Che, ai sensi dell’art. 114 comma 1 del D. Lgs. N. 104/2010, il giudizio di ottemperanza può essere proposto anche senza previa diffida;
- Che, pertanto, la ricorrente ha interesse a proporre il seguente  ricorso, chiedendo che all’Amministrazione soccombente venga ordinato di conformarsi al giudicato.


TANTO PREMESSO

La Sig.ra ************* come in atti  rapp.ta e dom.ta chiede che l’ecc.mo T. A. R. di Napoli voglia, disattesa ogni contraria istanza e deduzione, ordinare al Ministero della Giustizia in persona del suo legale rappresentante pt il compimento degli atti necessari a dare piena esecuzione al giudicato formatosi sul decreto decisorio emesso ai sensi della L. 89/01  N. ******** della Corte di Appello di Napoli, III Sezione Civile, reso il **********, depositato il *********, munito di formula esecutiva il **********, regolarmente notificato il 22/04/2011, e, così facendo, disporre la materiale liquidazione in favore della Sig.ra ************ della somma di € 4.746,00 oltre rivalutazione ed interessi.
Qualora occorra, voglia l’ecc.mo T.A.R. nominare un Commissario ad Acta che  provveda a dare esecuzione al decreto di cui sopra nei confronti dell’inadempiente Ministero di Giustizia.
Con ogni conseguenza di legge anche in ordine alle spese, diritti ed onorari per il presente giudizio di esecuzione.
Si depositano i seguenti documenti:
1) Copia decreto decisorio munito di formula esecutiva notificato al Ministero della Giustizia;
2) Attestato di passaggio in giudicato.
Il presente ricorso è esente da contributo unificato.
Napoli,
avv. Gennaro De Natale

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget